le leggende e la storia

necropoli_1Chissà quanti pastori, eremiti e viandanti braccati dalle pubbliche autorità si saranno più volte imbattuti nell’affascinante mondo di Pantalica, nelle sue “cave” ricche di vegetazione, fauna e gorgheggi acquatici, nei suoi pianori “cugni” definiti ma immensi, nelle innumerevoli grotte che ignote mani intarsiarono nella bianca calcarenite oltre tre millenni addietro.
Pantalica, fu consegnata alla memoria storica da colui che possiamo definire il padre dell’archeologia scientifica siciliana: Tommaso Fazello. L’impressione fu tale alla vista di quell’alveare di cellette che Fazello, nel 1558, ritenne di essere alla presenza di una grandissima città costituita da grotte..

ritorna alla pagina principale

Annunci

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: